La resistenza lattacida

Svolgendo un lavoro ad alta intensità le riserve energetiche del muscolo si esauriscono in pochi secondi.
Continuando con tale impegno, si attiva il sistema energetico ANAEROBICO LATTACIDO, ovvero il lavoro si svolge in assenza di OSSIGENO.
Tale meccanismo fa in modo di avere una produzione di energia di ben 2,5 volte superiore rispetto al meccanismo di tipo Aerobico ma di breve durata.
La conseguenza di tale lavoro è un accumulo di lattato nel sangue dei muscoli che cominciano ad inibire la propria capacità di contrazione.
Bisogna fare però attenzione a non confondere LA POTENZA LATTACIDA con LA RESISTENZA LATTACIDA.
Vediamo in breve le relative definizioni:
Per potenza lattacida si intende la capacità di eseguire un esercizio fisico ad elevata intensità con una considerevole produzione di acido lattico.
Per resistenza lattacida si intende la capacità di resistere ad accumuli via via maggiori di lattato nei muscoli.

Come si allena la Resistenza lattacida?
I lavori classici sono gli interval training, nei quali si riempe il muscolo di lattato durante i ritmi veloci e si svuota parzialmente durante i ritmi di recupero.
In pratica, resistere al lattato significa creare degli adattamenti muscolari tali da potere aumentare la capacità di lavoro alla presenza di scarti metabolici.
Un esempio di allenamento alla resistenza lattacida, può essere:
20′ riscaldamento+ allunghi+ mobilità articolare
10 x400 metri al ritmo del massimo consumo di ossigeno con recupero sostenuto di 200 metri

Questo tipo di lavoro contribuisce allo sviluppo della velocità(correndo al limite della soglia aerobica) ed allo sviluppo della resistenza al lattato(correndo il breve recupero a ritmi sostenuti).

Alberto Biscardi


Vuoi Imparare a correre
Contattaci Ora!

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Scarpe minimaliste e ….prestazioni

E le prestazioni? I runner scalzi o minimamente calzati tendono ad avere una falcata più corta e più rapida rispetto a chi corre con le

Infortuni e corsa

Infortuni comuni Oh, queste ossa! Le (micro) fratture da impatto siano gli infortuni più diffusi nella corsa. Non c’è da stupirsi se le aziende hanno

tecnica di corsa

Tecnica di corsa, non scarpe Ecco un fatto curioso. Nonostante i produttori di scarpe affermino che le calzature strutturate ci proteggono, queste ultime non hanno

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

obiettivorunning

spotify:show:6b3w8lkpVF0pVNcm9JMsK4

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio