OCCHIO A….BRUCIARE I TEMPI!!!

Che tu corra a 6′ al km oppure che tu stia preparando una maratona da 2 ore e 30 minuti, occhio a quello che fai e sopratutto come lo fai!

Da preparatore atletico e runner da moltissimi anni, non mi stancherò mai di ripetere( e chi seguo lo sa benissimo !!!!) che l’entusiasmo  di chi ha cominciato a correre da poco e di chi è più o meno esperto è un ottimo alleato ma va saputo tenere a freno!

Ogni programma di allenamento deve essere personalizzato e tarato sullo stile di vita, sui livelli di forma, sulle caratteristiche tecniche ed anatomiche di ciascuno di noi.

Il carico dei lavori ed il kilometraggio deve essere graduale, per evitare sovraccarico a livello dei tendini, delle ossa e delle cartilagini articolari.

Sembrano sempre cose ovvie da dire, ma ogni volta mi trovo a che fare con podisti che fanno di tutto ed il contrario di tutto senza una regola.

Durante la corsa la forza generata ad ogni appoggio è pari a 4 volte il peso corporeo e questo avviene 700 volte circa ogni kilometro!

Fate i calcoli!

Giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento, il nostro corpo si adatta , si modella, cresce, migliora….ma dobbiamo dargli il tempo per farlo!

Correre bene non è così semplice come ci si possa aspettare, ma è una condizione necessaria per poter costruire un piano di allenamento:

  • iniziamo a correre nella maniera corretta, con la giusta posizione del tronco, del piede e la giusta frequenza di braccia e gambe. Ci vuole tempo e dedizione.
  • imparata la tecnica, comincia con le gare brevi
  • passa pian piano alle distanze più lunghe
  • ricordati sempre di inserire ogni volta, esercizi di core stability, stretching, mobilità articolare

Affidatevi ad un preparatore!

 

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

FARTLEK in diagonale

Fartlek diagonali Dette anche semplicemente “diagonali”, solitamente viene effettuato su un campo da calcio (o prato con caratteristiche similari) seppur in condizioni decenti, preferibilmente con poca

Il fartlek e le sue varianti

Fartlek ondulato Consiste nel correre per un periodo di 40-60’ su terreno ondulato (salite e discese non molto lunghe) possibilmente in circuito. I tratti in

corsa media

Come si corre in salita

Come si corre in salita L’errore da evitare è quello di piegarsi in avanti a livello delle anche. Questo incrementa notevolmente il costo del gesto

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti