La mobilità articolare nella corsa: cosce, anche, tronco , spalle, gambe ,caviglie e piedi

Cominciamo dalle basi.

La cadenza della corsa è divisa in tre fasi:

  • Appoggio del piede
  • Spinta del piede
  • In aria

Diverse parti dell’ estremità inferiore del corpo sono responsabili delle varie fasi.

Nella fase di appoggio del piede, la caviglia è il generatore di POTENZA, che fa lavorare il ginocchio al 150% e l’anca al 300 %(!!).

LA VOSTRA PICCOLA CAVIGLIA E’ RESPONSABILE AL 60% DELLA VOSTRA POTENZA TOTALE NELLA CORSA!! LO SAPEVATE?

Quando corriamo , carichiamo da 1 a 5 volte il peso del nostro corpo lungo la gamba fino al piede a più di 110 falcate al km.

L’articolazione tibiotarsica( l’osso superiore del piede) converte la forza verticale in forza longitudinale e la distribuisce su tutto il piede!

E’ una cosa meravigliosamente perfetta la macchina uomo!

Allo stesso modo le braccia e le spalle si muovono per aiutarvi a stare in equilibrio, a mantenere il ritmo e lo slancio in avanti.

I muscoli, i tendini, i legamenti sono obbligati a fare sempre lo stesso percorso.

L’allenamento della forza serve a mantenerci efficienti e in forma, specialmente quando siamo stanchi.

L’allenamento per la flessibilità serve a “fluire” con un passo agile e sciolto.

Un passo più lungo ci permette di arrivare al traguardo più in fretta, anche senza cambiare nulla del vostro allenamento.

Un consiglio: allenatevi in maniera intelligente ( con la supervisione di un professionista), mangiate bene , idratatevi bene prime e dopo ogni seduta  e mantenetevi flessibili.

E SOPRATTUTTO:::RI-PO-SA-TE

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Sua maestà la proteina

La proteina Regola 1: Punta in alto Come corridore, probabilmente non hai bisogno di riempire tante proteine come Arnold Schwarzenegger durante il suo periodo di

Carbo loading

Il carbo-loading funziona davvero? Il caricamento di carboidrati e grassi ha dimostrato di funzionare, ma solo per alcune gare e con i suoi effetti collaterali.

formazione dinamica del lattato

Formazione dinamica del lattato L’acido lattico può formarsi quando ti alleni, in particolare quando si tratta di un’attività più intensa. Potresti credere, o ti è

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio