Keniani a suon di record alla Mezza Maratona di Fucecchio

L’undicesima Mezza Maratona Città di Fucecchio ha incoronato ancora una volta il Kenya. Primo assoluto nella categoria maschile Thomas James Lokomwa del Gp Parco Alpi Apuane con un tempo da record di 1,02,34, il miglior tempo assoluto in tutte le undici edizioni della Mezza di Fucecchio che va a battere il tempo conquistato nel 2006 nella prima edizione della gara da Kprop Limo.

Una media pazzesca di 18 chilometri all’ora. Secondo Oliver Irabaruta dell’Atletica Casone Noceto con 1,02,54 originario del Burundi. Terzo ancora il keniano Joash Kipruto Koech dell’Atletica Potenza Picena con 1,03,05. E quarto assoluto l’italiano Daniele D’Onofrio della Nuova Atletica Isernia con 1,03,29 che è anche il primo ad arrivare per il campionato italiano di Mezza Maratona al quale quest’anno la Mezza di Fucecchio era iscritta. Quinto ancora un italiano: Ruggero Pertile, dell’Assindustria Sport Padova con 1,03,29. Sesto un ugandese della Toscana Atletica Futura, Fred Musobo con 1,03 31, settimo il keniano Julius Kipnget dell’Atletica Recanati con 1,03,37, ottavo ancora il Kenya con David Kiplag Tum dell’Atletica Castello con 1,04,10, nono un altro italiano Domenico Ricatti dell’Aeronautica Militare con 1,04,11 e decimo il marocchino Rachid Kisri dell’Edera Atletica Forlì con 1,04,16.

Vince nella categoria Veterani Maschile Siliano Antonini dell’As Atletica Vinci con 1,16,16, l’Argento Maschile l’italiano Giuseppe Colella dell’Acquamarina Palese con 1,12,28 e nella categoria Oro Maschile vince Michelangelo Speranza del Gs Pieve a Ripoli con 1,37,58.

Protagoniste assolute dell’undicesima Mezza di Fucecchio sono state ancora le donne (quasi tutte italiane) che ogni anno regalano grandi soddisfazioni alla manifestazione. La vincitrice assoluta è Rosaria Console delle Fiamme Gialle con un tempo incredibile di 1,13,01, che corrisponde anche alla vincitrice del campionato femminile di Mezza Maratona, seconda Claudia Pinna del Cus Cagliari con 1,14,44, terza Giovanna Epis del Gs Forestale con 1,14,46, quarta Elisa Desco dell’Atletica Alta Valtellina con 1,15,00, quinta la ruandese Claudette Mukasakindi dell’Atletica 2005 con 1,15,56, sesta Martina Facciani della Calcestruzzi Corradini Exel e settima Federica Proietti della stessa quadra con 1,16,17. Fra le prime dieci, ottava Anna Spagnoli dell’Edera Atletica Forlì con 1,16,36, nona Nicole Svetlana Reina del Cus Pro Patria Milano con 1,17,32 e decima Giorgia Morano del Cus Torino con 1,18,19. Vince tra le veterane Claudia Dardini del Gs Lammari con 1,18,26.

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Corsa e Cartilagini

No, la corsa non consuma la cartilagine. Rafforza le articolazioni. Una nuova analisi di numerosi studi fa luce su come, contrariamente alla credenza popolare, la

L’ultimo mese prima della maratona

Le maratone autunnali sono incombenti e decine di migliaia di corridori si stanno finalmente preparando a fare la fila per vedere cosa possono fare dopo

Sua maestà la proteina

La proteina Regola 1: Punta in alto Come corridore, probabilmente non hai bisogno di riempire tante proteine come Arnold Schwarzenegger durante il suo periodo di

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio