IL VADEMECUM DEL BUON PODISTA

  • La seduta di ritmo lento è una seduta di allenamento e va corsa al ritmo previsto dal proprio piano di lavoro
  • Potete usare i primi 10-15’ per “scaldare la macchina”, “oliare gli ingranaggi”, ma non considerateli parte della sedute di lento
  • Il lento comincia quando si corre al ritmo dovuto!!!!
  • Il riscaldamento non è UN OPZIONAL, Così come non lo è il defaticamento
  • Il riscaldamento puo’ avere diversa lunghezza temporale( piu’ sono alti e massimali gli stimoli della seduta, maggiore e più accurato dovrà essere il risc.)
  • Il riscaldamento va corso al ritmo della seduta di corsa lenta almeno per gran parte del tempo e può essere seguito da allunghi progressivi
  • Il defaticamento va eseguito sempre dopo sforzi intensivi; la sua lunghezza è di minimo 10’ e max 20’(sotto ai 10 min. non produce gli stimoli che vogliamo-sopra i 20’ diventa stimolo allenante.
  • I RITMI DI ALLENAMENTO non sono scritti tanto per un mio capriccio personale, ma HANNO un significato basilare: correre una seduta a ritmo diverso(magari piu’ veloce perché ci sentiamo bene e vogliamo far vedere che possiamo fare meglio) significa stravolgere il significato della seduta e dello stimolo tecnico che andiamo a ricercare.
  • I gg di riposo, i tempi di recupero, le giornate di corsa lenta hanno la loro funzione e non sono messi lì a caso
  • Lo stretching( sempre molto dibattuto) lo lascio a vostro libero arbitrio; io resto fermo dell’idea che , se fatto in modo perfetto va bene, ma se fatto in pochi minuti e tirato via, puo’ avere effetti dannosi.
  • Gli esercizi di tecnica che ho inserito ad alcuni di voi( e chi segue i miei corsi durante tutto l’anno è abituati a svolgere), sono importanti e vanno richiamati spesso durante i periodi di allenamento.
  • La corsa non è solo correre: esistono esercizi per la salute e la tonicità dei muscoli addominali, dorsali(il cosidetto CORE) che fungono da stabilizzatori nella meccanica di corsa.

 

 

CAPITOLO MENTE

 

  • La mente gioca un ruolo fondamentale nel podista di qualsiasi livello esso sia
  • La mente è un muscolo che va allenato a parità di altri
  • Essere convinti dei propri mezzi, avere fiducia in se stessi, porsi di raggiungere un obiettivo, crearsi dei “ mantra” tutti propri per non mollare in gara, in allenamento e nella vita, significa CREDERE IN Ciò che stiamo creando
  • La frase che ho adottato come mio “slogan” è:LA POTENZA è NULLA SENZA CONTROLLO”
  • Testa si, ma con intelligenza
  • Volontà si ma con intelligenza
  • Correre è vita, ma la vita non è solo correre

ALBERTO BISCARDI

Vuoi Imparare a correre
Contattaci Ora!

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Scarpe minimaliste e ….prestazioni

E le prestazioni? I runner scalzi o minimamente calzati tendono ad avere una falcata più corta e più rapida rispetto a chi corre con le

Infortuni e corsa

Infortuni comuni Oh, queste ossa! Le (micro) fratture da impatto siano gli infortuni più diffusi nella corsa. Non c’è da stupirsi se le aziende hanno

tecnica di corsa

Tecnica di corsa, non scarpe Ecco un fatto curioso. Nonostante i produttori di scarpe affermino che le calzature strutturate ci proteggono, queste ultime non hanno

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

obiettivorunning

spotify:show:6b3w8lkpVF0pVNcm9JMsK4

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio