IL TAPING NEURO MUSCOLARE (PARTE PRIMA)

Immagine1

  • Ideato in Giappone nel 1973 dal Dr. Kenzo Kase
  • Utilizzando un nastro elastico era possibile aiutare i muscoli e gli altri tessuti con un’assistenza esterna

Tecnica di confezionamento funzionale a nastro adesivo in grado di creare una facilitazione al sistema su cui è applicato, atto a stimolare un processo di autoguarigione del corpo

Applicazione

  • Prevenzione
  • Performance sportiva
  • Terapia del dolore
  • Recupero funzionale
  • Traumi minori (in fase avanzata)

Regole di confezionamento

  • Trattamento della cute
  • Tipologia di taping
    • Stabilire il punto di applcazione e la miglior forma di confezionamento in funzione della problematica
  • Determinazione della posizione Mio-articolare
    • Rispetto del dolore e dei parametri biomeccanico – funzionali dell’articolazione interessata
  • Verifica
    • Controllo del bendaggio con movimento della parte interessata
  • Informazioni sull’utilizzo, controlli e rimozione

Proprietà del taping neuromuscolare

  • Materiale
    • Elasticità del 40% solo in senso longitudinale
    • Spessore e peso specifico uguale a quello cutaneo
    • Fibra di cotone e collante anallergico
  • Stabilità
    • Sotto l’azione muscolare, con sollecitazioni di carico, in presenza di sudorazione o in acqua, il taping non si stacca dalla cute
  • Resistenza
    • La funzione di facilitazione non viene a mancare neanche in presenza di sollecitazioni di carico
    • Si può indossare 24h/h per 3-5 gg

Requisiti del Taping neuromuscolare

  • Confortevole
  • Adattabile
  • Personalizzabile
  • Rinnovabile
  • Colore

Immagine3

5 colorazioni differenti sulla base del concetto cromoterapico:

  • Color azzurro = azione antiflogistica (inibitoria); l’azzurro è un calmante, sollecita interesse, scioglie la tensione, rende tolleranti, generosi e più giovani e freschi.
  • Colore fucsia = azione ipereccitatoria (eccitatorio), il magenta aiuta ad alzare il livello di energia, formale e festivo, imperioso, energico.
  • Colore pelle = azione neutra; rappresenta il colore della Madre Terra, del legno, per cui si associa alle cose solide e durature. La preferenza di marrone simboleggia mancanza di radici però al contempo aiuta ad essere pratici e non dispersivi.
  • Nero = Esalta il rosso (forza e potere), con il giallo esalta il potere intellettuale e con il rosa il potere sociale.
  • Giallo = il colore associato al senso di identità, all’Io, all’estroversione, denota sempre una forte personalità. Utilizzarlo stimola la razionalità e il cervello sinistro, migliora le funzioni gastriche e tonifica il sistema linfatico

Dottor Enrico Paris fisioterapista

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Allenare la salita…senza la salita!

Cosa fare se non si hanno a disposizione salite? Credo sia una domanda che molti trailer (ed amanti della corsa in montagna) si siano fatti.

Come andare forte in salita

Come allenarsi per andar forte in salita L’allenamento specifico gioca un ruolo fondamentale! Gli allenamenti da preferire sono: Le ripetute in salita (medie e lunghe) Il fartlek

FARTLEK in diagonale

Fartlek diagonali Dette anche semplicemente “diagonali”, solitamente viene effettuato su un campo da calcio (o prato con caratteristiche similari) seppur in condizioni decenti, preferibilmente con poca

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti