Il mio personale punto di vista su Beijing 2015

Da grande appassionato di atletica leggera, ho seguito il mondiale che si è svolto dal 22 al 30 agosto a Pechino, in Cina.

Come un tifoso di calcio che segue la propria squadra del cuore  in campionato e nelle varie coppe, ho ammirato le grandi gesta di atleti che in tante discipline hanno  dato il meglio di loro stessi.

A differenza dei tifosi di calcio, ho tifato per ”l’atleta”, indipendentemente dal colore della bandiera che rappresentava.

I lati positivi di questo evento mondiale sono stati parecchi, dall’ennesima conferma di un Bolt straordinario sia fisicamente che di testa, da un formidabile Mo Farah che ha confermato di essere sempre il numero 1 dei 5000 e 10000 metri, ad una Schippers che ha messo sotto nei 200 la Giamaica e che ha portato l’oro in Europa dopo tanti anni etc etc

La supremazia del Kenia che conquista a livello maschile anche il primo oro nei 400 metri e che è la prima volta nella storia!

Insomma, tante medaglie, tanti nuovi record, tante emozioni che non si possono riassumere in tanti e soli numeri!

L’atletica è viva, bella , emozionante nonostante ovviamente gli aspetti bui e nagativi del doping, e dell’assenza della nostra nazionale in pratica dallo scenario.

Ma non voglio nè soffermarmi sulle problematiche della nostra atletica, nè cercare di capirne i motivi, voglio solo esprimere la mia , e di tanti altri, emozione  che l’atletica ci ha regalato un’altra volta!

Come sempre, quello che di bello mi lascia questo sport è la bellezza di un abbraccio a fine gara tra vincenti e sconfitti, tra primi e secondi, al di là del colore della pelle  e delle nazionalità!

..e scusate se è banale!!!!

Arrivederci a tutti alle prossime olimpiadi nel 2016!!

 

Alberto Biscardi

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Allenare la salita…senza la salita!

Cosa fare se non si hanno a disposizione salite? Credo sia una domanda che molti trailer (ed amanti della corsa in montagna) si siano fatti.

Come andare forte in salita

Come allenarsi per andar forte in salita L’allenamento specifico gioca un ruolo fondamentale! Gli allenamenti da preferire sono: Le ripetute in salita (medie e lunghe) Il fartlek

FARTLEK in diagonale

Fartlek diagonali Dette anche semplicemente “diagonali”, solitamente viene effettuato su un campo da calcio (o prato con caratteristiche similari) seppur in condizioni decenti, preferibilmente con poca

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti