il bigiornaliero

IL BIGIORNALIERO: ROBA DA PROFESSIONISTI?

E’ pensiero comune associare la doppia seduta di allenamento con gli atleti professionisti(tra l’altro alcuni atleti etiopici e keniani ne fanno addirittura tre di sedute di allenamento); in un certo senso è giusta questa associazione, ma è altrettanto vero che puo’ non essere una mera e sola prerogativa di certi atleti.
Vediamo perché.
Il mio pensiero di atleta e di allenatore si sposa con questa possibilità di inserire sedute di allenamento bi giornaliere anche per i podisti amatoriali, fermo restando il rispetto di alcune regole ed in certe condizioni.
Vediamo quali:
• La necessità di inserire una maggiore quantità di kilometri settimanali cercando di non andare a stressare l’apparato scheletrico ed i tendini con sedute troppo lunghe: si inseriscono 6-8 km la mattina(magari prima di andare a lavoro) e poi altri 10-12 la sera dopo il lavoro. In questo modo si arriva ad un buon kilometraggio senza gli effetti negativi di un’unica lunga seduta
• Aumentare la potenza lipidica in vista di gare molto lunghe, inserendo(il sabato o la domenica) 20 km la mattina presto e 20 km la sera tardi( facendo un pasto tra gli allenamenti proteico e con pochi carboidrati)
• Migliorare la capacità dell’organismo di recuperare (accelerare la velocità del recupero) sostenendo una corsa lenta blanda la mattina e magari delle ripetute tirate al pomeriggio.
• Fare una sorta di “pre riscaldamento” di 5-6 km in vista di un impegno del tardo pomeriggio
Tale forma di allenamento necessità il giusto grado di gradualità(come tutto del resto); è molto consigliato cominciare ad inserire una doppia seduta una volta alla settimana e poi via via arrivare a due e tre etc
Si parte con della semplice corsa lenta a sensazione di 2-3 km, fino ad arrivare anche a 7-10 km ed a seconda delle esigenze e condizioni atletiche del soggetto.
In conclusione, possiamo avvalerci di tante strategie, cercando sempre però di valutare bene le situazioni di ogni singolo atleta.

Alla prossima…

Alberto Biscardi

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Come eseguire un plank corretto

Il semplice Plank può rafforzare gli addominali per aiutare a creare una postura efficace ed equilibrata, ma è necessario farlo bene. Ecco come. L’esercizio della

mobilità,forza,equilibrio nella corsa

Obiettivi misurabili per la mobilità, la forza e l’equilibrio della corsa Autovalutazioni che ogni corridore dovrebbe essere in grado di superare. I corridori sono abili

Il riscaldamento dinamico

Il riscaldamento standard Il Warm-Up standard è una routine di stretching dinamico e flessibilità che viene eseguita prima di correre. Questa serie di esercizi di forza leggera

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio