formazione dinamica del lattato

lattatoFormazione dinamica del lattato

L’acido lattico può formarsi quando ti alleni, in particolare quando si tratta di un’attività più intensa.

Potresti credere, o ti è stato detto, che si forma solo quando “esaurisci l’ossigeno”, che la sensazione di bruciore che proviene, ad esempio, da uno sprint lungo e veloce è causata da questo acido lattico.

Potresti anche credere che il dolore che arriva il giorno dopo una dura sessione di allenamento sia di nuovo causato dall’acido lattico e che il massaggio aiuterà a sbarazzarsi di questo prodotto di scarto.

Da tutto questo si può ancora credere che l’acido lattico nel corpo è una pessima notizia.

La realtà è molto diversa.

Tutte le vecchie credenze su quanto fosse cattivo l’acido lattico sono ora note per essere miti e infondate.

Non viene prodotto solo quando il corpo “esaurisce l’ossigeno”, non produce sensazioni di bruciore e non produce dolore muscolare.

Lungi dall’essere un fastidioso prodotto di scarto, l’acido lattico o parte di esso, può aiutarci a produrre più energia, più rapidamente.

Ora sappiamo che l’acido lattico, in quanto tale, semplicemente non esiste nel corpo.

Non appena si forma si dissocia, si divide, in un “bit di lattato” e un “bit acido”.

Il termine “interval training” dovrebbe essere utilizzato solo per l’allenamento di ripetizione specifico in cui l’effetto di allenamento si svolge nell’intervallo tra le sezioni più veloci.“Tutto l’allenamento a intervalli è allenamento a ripetizione, ma non tutto l’allenamento a ripetizione è allenamento a intervalli.”

Il bit di lattato non è sicuramente un ‘cattivo’ ma è invece un attore positivo e centrale nel nostro metabolismo e nel modo in cui produciamo energia.

Comprendere il ruolo del lattato nel corpo rende facile capire perché alcuni tipi di allenamento che abbiamo fatto in passato hanno funzionato così bene e come ora possiamo applicare questa conoscenza in modo più preciso per progettare sessioni di allenamento, comprese quelle che utilizzano le ripetute con recupero affaticante, per portare davvero importanti miglioramenti nelle prestazioni.

Mentre sei seduto e stai leggendo questo stai producendo lattato, e allo stesso tempo lo stai usando e spostandolo in tutto il corpo, ma non stai costruendo alti livelli e quindi non sei consapevole del processo.

La produzione di lattato all’interno dei muscoli si verifica in individui sani e ben ossigenati in ogni momento.

Allenatori e atleti, tuttavia, non si preoccupano tanto del riposo quanto di ciò che accade durante l’esercizio e nel recupero dall’esercizio.

Durante l’esercizio fisico il livello di lattato di un atleta può essere valutato prendendo un piccolo campione di sangue e misurando la concentrazione di lattato.

In passato, questi valori di lattato sono stati talvolta utilizzati in modo errato per fare proiezioni sulla produzione di lattato.

Poiché il lattato ha la capacità di essere sia introdotto che rimosso dal sangue, il livello di lattato che misuriamo in qualsiasi momento è in realtà una misura dell’accumulo nel sangue, non della produzione.

Nel 1986 questo movimento dinamico del lattato intorno al corpo e il suo potenziale per produrre effettivamente più energia nel muscolo è stato dato il termine “The Lactate Shuttle” dal fisiologo americano, dr. George Brooks.

Ci volle del tempo prima che l’importanza della ricerca di Brooks fosse riconosciuta da altri fisiologi o allenatori.

Lactate Dynamics Training è qualsiasi forma di allenamento in cui la produzione di lattato viene deliberatamente aumentata dall’intensità dell’esercizio e quindi alternata a periodi di attività meno intensa.

In questo modo le cellule muscolari imparano sia a utilizzare che a eliminare il lattato prodotto durante i recuperi meno intensi. Questa alternanza di ritmo produce un enorme miglioramento dell’economia di corsa, vVO2max e tlimvVO2max, che sono tutti predittori di prestazioni molto forti.

Probabilmente stai già pensando, “alternando periodi di corsa più veloce con periodi di corsa più lenta” – ma questo suona molto simile all’allenamento Fartlek.

Bene, hai ragione .

Fatto correttamente, l’allenamento Fartlek è una forma classica di Lactate Dynamics Training e allena la navetta del lattato in un ambiente lontano dalla pista.

 

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Corsa e Cartilagini

No, la corsa non consuma la cartilagine. Rafforza le articolazioni. Una nuova analisi di numerosi studi fa luce su come, contrariamente alla credenza popolare, la

L’ultimo mese prima della maratona

Le maratone autunnali sono incombenti e decine di migliaia di corridori si stanno finalmente preparando a fare la fila per vedere cosa possono fare dopo

Sua maestà la proteina

La proteina Regola 1: Punta in alto Come corridore, probabilmente non hai bisogno di riempire tante proteine come Arnold Schwarzenegger durante il suo periodo di

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio