Finalizziamo il riscaldamento( ultima parte)

Siamo arrivati all’ultima parte del nostro viaggio attraverso il “riscaldamento”.

Affrontiamo qui, il riscaldamento pre Maratona.

Indubbiamente esso riveste un ruolo meno importante rispetto alle altre gare, ma rimane sempre un punto fermo al quale NON bisogna rinunciare.

Si può correre 10′ a sensazione  e poi 5′ dal ritmo del fondo lento a sfiorare quello che sarà il nostro ritmo maratona.

Gli allunghi infine serviranno a tenere attivo il nostro corpo fino all’inizio della gara.

Ovviamente più elevato è il livello del podista e più accurato dovrà essere il riscaldamento ; un atleta di elite che corre a ritmo di 3′ al km la maratona, dovrà spendere più tempo nello svolgere il riscaldamento.

Buone corse a tutti

https://www.youtube.com/watch?v=-oVv08_wc2g

Non fermarti qui

Continua ad esplorare

Billat’s training

Allenamento della settimana: Billat’s 30-30 I migliori corridori possiedono due caratteristiche chiave: un alto VO2 max (cioè un’elevata capacità di consumare ossigeno durante la corsa) un grande risparmio energetico

Il recupero post maratona

L’importanza del recupero dopo la maratona Dopo mesi di allenamento e 42,2 km, il recupero dovrebbe essere la tua preoccupazione principale.   Uno dei più grandi errori commessi dai

gare

Parola d’ordine: velocità

Allenamento di velocità 1 Quando si introduce il lavoro di velocità in un programma di allenamento, è importante farlo in sicurezza. Correre più velocemente ti

i cANALI PODCAST DOVE ASCOLTARCI

ci trovi anche su

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi entrare a fare parte della famiglia di obiettivo running iscriviti alla newsletter in modo da accedere prima a promozioni e sconti

Questo sito usa Cookie di Analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio